Health Professionals Magazine

Volume
Fascicolo

ISSN 2282-3425 (Print)
ISSN 2282-6157 (Online)

Volume: 5 - Fascicolo: 1 - Anno 2017

Responsabilità professionale di equipe
Responsibility professional of team

DOI: 10.12864/HPM.2017.159

di Sonia Dell’Edera, Marco Di Muzio

Riassunto

Obiettivi dello studio

Il continuo progresso della medicina ha determinato, quale naturale conseguenza, una conoscenza non più dominabile da un unico operatore. Si pone, quindi, il problema di distinguere, nell’ambito della cooperazione pluri - soggettiva, chi ha espletato correttamente le proprie mansioni rispettando le leges artis e chi può aver causato un “danno,” pur partecipando ad una medesima attività curativa. Qualora la condotta colposa posta in essere dal singolo operatore sanitario si sovrapponga a quella di altri professionisti, la dottrina giuridica è orientata al “principio di affidamento”.

Materiali e metodi

La stesura dell’articolo emerge dalla lettura critica delle norme, in materia, dettate dalla giurisprudenza in ambito civile e penale. Tale processo di revisione giuridica è consolidato dall’evoluzione storica normativa di una professione centenaria come quella infermieristica e delle altre professioni sanitarie, delineando e mettendo in relazione il concetto di responsabilità

Risultati

Al pari dell’evoluzione legislativa in ambito delle professioni sanitarie, oggi la giurisprudenza applica a tutti i professionisti dellla salute, oltre ai reati che vengono imputati al medico, anche le stesse sue aggravanti, valutando in ogni suo elemento costitutivo il fatto.

Conclusioni

La cura, non è più detenuta da un singolo professionista ma si eroga attraverso una moltitudine di “esperti”, i quali hanno aree di competenza tanto diversificate quanto integrate. All’interno di tale cambiamento culturale, opera il professionista. Questo ultimo è in prima persona investito da tali cambiamenti e dalla evoluzione della propria attività, tale da renderlo non più ausiliario nel processo di salute, ma referente diretto con proprie autonomie.

Abstract

Responsibility professional of team

Aim

The continuous progress of medicine has determined, as a natural consequence, a knowledge no longer dominant by a single operator. It is therefore the problem of distinguishing, in the context of multi-subjective cooperation, those who have performed their duties properly by respecting “leges artis” and those who may have caused a “damage” while participating in the same healing activit. If the culpable behavior of a single healthcare provider overlaps with that of other professionals, the legal doctrine is oriented to the “principle of trust”.

Metod

The drafting of the article emerges from the critical reading of the rules in this matter, dictated by civil law and criminal law. This process of legal review is consolidated by the historical normative evolution of a centenarian profession such as nursing and other health professions, outlining and linking the concept of responsibility

Result

As with legislative developments in healthcare professions, today law-enforcement applies to all health professionals, in addition to the crimes that are attributed to the physician, even the aggravating ones themselves, assessing in all its constitutive elements the fac

Conclusion

Care is no longer held by a single professional but is delivered through a multitude of “experts” who have areas of expertise as diversified as integrated. Within this cultural change, the professional works.The latter is first and foremost affected by such changes and the evolution of his activity, which makes him no auxiliary in the health process, but a direct referent with his own autonomy.


Visualizza l'articolo in formato PDF


Società Editrice Universo s.r.l. Via G.B.Morgagni, 1 - 00161 Roma - tel (06)4402054 / (06)44231171, (06)64503500 fax (06) 4402033